cos'è aperitivo by Spirit Notes

Cos’è l’aperitivo doc

Aperitivo deriva da aperitivus, cioè che apre e in questo caso la bevanda ha l’obiettivo di distendere lo stomaco stimolando la fame. Ippocrate, medico greco, curava i pazienti inappetenti con bevanda amare a base di vino che contenevano ad esempio assenzio e ruta.
L’aperitivo acquisì il significato moderno diversi secoli dopo, a Torino, quando Carpano sviluppò il Vermouth, un vino aromatizzato con china che piacque molto al re Vittorio Emanuele II.
Da aperitivo di corte divenne un’usanza diffusa nei bar accompagnato da stuzzichini.
Da Torino si diffuse in altre città e a Milano il farmacista Ramazzotti elaborò un liquore per competere con quello piemontese.
Altro prodotto che contribuì al diffondersi dell’aperitivo fu il Campari, nato in un caffè di Novara. Bitter deriva da una parola tedesca che indica “amaro”.
L’aperitivo oggi è un rito, ha subito anche influenze straniere, ad esempio l’happy hour e si è evoluto in apericene.
Noi non vogliamo smorzare i toni conviviali di queste “feste”, ma cerchiamo di recuperare tradizione e aspetto salutistico nei nostri preparati.